Notizie Parrucchieri e Bellezza

Notizie e novità dal Mondo della Bellezza
Information and news from the World of Beauty
Informationen und Neuigkeiten aus der Welt der Schönheit
Information et nouvelles du monde de la Beauté
Información y noticias del mundo de la belleza
信息和新闻从美的世界
Информация и новости из мира красоты
المعلومات والأخبار من عالم الجمال


BEAUTY NEWS

È indimenticabile la sfilata di Saint Laurent della Primavera Estate 2020: ai piedi della Tour Eiffel, lo show si chiude con una parata di outfit moda caratterizzati dall'interpretazione del completo smoking. Parigi fa sognare e ancor di più la creatività, che applicata al più classico capo da uomo, diventa emblema di un'eleganza contemporanea: sensuale e libera.

L'accento del glamour 70s è dato da un altro dettaglio: camicie e bluse in voile di seta, portate senza reggiseno. Un binomio, smoking più nude look, che ha segnato profondamente la storia della moda, il tratto stilistico di Yves Saint Laurent e di chi lo ha seguito, così come il guardaroba femminile. In sintesi, un'esplosione di fascino ed eccesso. Osare, provare, stupire, sono le parole chiave.

Con questa scelta stilistica, Yves riesce a dare alle donne la stessa libertà di cui godono gli uomini, forse il suo lascito più importante che oggi viene interpretato con sapiente sartorialità da Anthony Vaccarello. Perché il gender neutral ha come seme una moda fluida, dove il femminile prende in prestito dal maschile.

Lo smoking da donna nasce nel 1966, anni in cui un altro stilista gioca con i generi, Helmut Newton. La proposta scardina l'immaginario più comune e propone una femme alta, longilinea, androgina e sensuale. Il look del 1966 è ritratto nell'oscurità, uno scatto quasi noir che oggi esce da quel gioco di luci e ombre, pronto per essere capito, concepito e indossato.

Quell'immagine torna forte e potente, pronta a ribadire l'eleganza ribelle, la bellezza ageless e la libertà di genere, che tanto è stata cercata con la creatività del sistema moda.

Scoprite qui sotto i nuovi outfit moda primavera estate 2020, interpretazioni contemporanee di Saint Laurent indossate dalle modelle internazionali come Kate Moss e Naomi Campbell:

© Juergen Teller, All Rights Reserved 2019© Juergen Teller, All Rights Reserved 2019© Juergen Teller, All Rights Reserved 2019© Juergen Teller, All Rights Reserved 2019© Juergen Teller, All Rights Reserved 2019© Juergen Teller, All Rights Reserved 2019

Guardate qui anche lo smoking indossato da Victoria Beckham



Continua a leggere

Team credits

Directed by: Boe Marion & Basil Fauchier

Staring: Jennae Quisenberry

Stylist: Dianna Lunt

Cinematographer: Basil Fauchier

Producer: Olivia Ouveia - Rosco Production

Executive Production: Boe Marion & Basil Fauchier

Make up Artist: Chiao-Li

Hair Stylist: Conrad Doran

Casting director: Margeaux Elkrief

Set designer: Hans Mahwaral

Visual effects & sound design: Santiago Fauchier

Editing & color grading: Caffeine Post

Gaffer: David Diesing

Camera Assistant: Manny Rodriguez

Stylist assistant: Brittany Lovoi & Devante Rollins

Bio

Boe Marion is a Norwegian photographer and filmmaker living in Bedford-Stuyvesant, New York.

Basil Fauchier is Venezuelan Cinematographer and Director living in residing in NYC.

Blurred Dream
Mini dress and patent leather boots by Mugler
Mini dress and patent leather boots by Mugler
Boe MarionBoe MarionBoe MarionBoe MarionRubber dress by Dion Lee
Rubber dress by Dion Lee
Boe MarionCrystal rhinestone dress by Paco Rabanne
Crystal rhinestone dress by Paco Rabanne
Boe MarionBoe MarionKnitted strapless dress by Laura Newton
Knitted strapless dress by Laura Newton
Boe MarionKnit body stocking with pearl strap by Rui Zhou
Knit body stocking with pearl strap by Rui Zhou
Boe MarionCrystal rhinestone dress by Paco Rabanne
Crystal rhinestone dress by Paco Rabanne
Boe MarionBoe Marion

About the project

Our project “Blurred Dream” is a visual presentation of a woman experiencing the illusions and transformations of her dream, from the dark sharp shapes of a nightmare to the brightest colors and the spectrum of everything in between.



Continua a leggere

Chanel arriva a New York con un pop-up davvero speciale:** Chanel No.5 in the Snow**, aperto al pubblico solo per quattro giorni, dal 12 al 15 Dicembre.

Il set è riproduce uno chalet, immerso tra i pini e addobbato con pattini per il ghiaccio, slitte e sci. Qui è stata allestita anche una pista di pattinaggio e un ristoro con delizie stagionali e cioccolata calda. Non manca l'aspetto tecnologico, cioè un'esperienza di realtà aumentata. Tutto logato "CC".

Chanel No.5 in the Snow
Chanel No.5 in the Snow
Chanel No.5 in the Snow
Chanel No.5 in the Snow

Tutto si rifà alla nuova campagna pubblicitaria Holiday 2019 del profumo Chanel n.5, curata da Jean-Paul Goudecon e con protagonista Lily-Rose Depp.

La figlia di Vanessa Paradis è seduta sopra un flacone maxi, con indosso un basco bianco, un mini abito e un paio di stivali rossi, e tiene tra le mani una boule de neige con dentro l'iconico profumo.

Guardate anche L'albero di Natale ( e il treno rosso) di Christian Louboutin



Continua a leggere

Capelli, toasty ombré come Lily James Capelli, toasty ombré come Lily James Capelli, toasty ombré come Lily James Capelli, toasty ombré come Lily James Capelli, toasty ombré come Lily James

Le temperature diventano più rigide e lo stacco di colore si fa più netto. Se in autunno abbiamo chiesto al parrucchiere caldi balayage dal perfetto blend di caramello e miele, in inverno stiamo assistendo al ritorno dell’ombré. Sfumature più chiare applicate solo sulle lunghezze come il nuovo look sfoggiato da Lily James. Le radici sono scure e degradano verso un sunkissed ombré, come lo ha definito l’hairstylist John MacPherson.

Schermata-2019-12-11-alle-18.49.00

Ai British Independent Film Awards, l’attrice Lily James ha tradito definitivamente i suoi boccoli biondi, firma beauty di film come Mamma Mia! Here We Go Again e Cenerentola, per un castano ombré caldo e ricco.

Lily James anticipa così due trend che vedremo nel 2020: il ritorno dell’ombré, il colore che in definitiva richiede meno manutenzione perché senza effetto ricrescita, e il bob bombato, ovvero dalla forma arrotondata con le punte pettinate in dentro, già sfoggiato in versone fake anche da Selena Gomez.

GettyImages-1190066525

L'articolo Capelli, toasty ombré come Lily James sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Si sa, la seduzione è un fatto di stile. Anche la scelta del look può giocare un ruolo centrale in un appuntamento galante, così come nel processo di attrazione che esercitiamo sugli altri o che noi stessi subiamo. Quali outifit prediligere, allora, se si desidera risultare affascinanti e quale, invece, può colpirci al punto da catturare la nostra attenzione e renderci desiderosi di approfondire una conoscenza?

I cinque modelli italiani scelti per la  campagna che presenta la Collezione Uomo Primavera-Estate 2020 di Guess

I cinque modelli italiani scelti per la campagna che presenta la Collezione Uomo Primavera-Estate 2020 di Guess

Lo abbiamo chiesto ad alcuni uomini d’eccezione, ovvero i sei modelli italiani scelti per le nuove Campagne GUESS: Francesco Monte, protagonista maschile degli scatti per la Collezione Holiday 2019 – ambientata a Los Angeles e dedicata alla stagione natalizia – e Andrea Damante, Stefano Sala, Alex Dellisola, Simone Susinna e Mattia Narducci, i cinque modelli scelti per la  campagna che presenta la Collezione Uomo Primavera-Estate 2020 di GUESS, incentrata su due evergreen del brand: il denim, nella sua accezione più glam rock, e lo smoking, caposaldo dell’attitudine più chic.

Francesco Monte, protagonista maschile degli scatti per la Collezione Holiday 2019

Francesco Monte, protagonista maschile degli scatti per la Collezione Holiday 2019 di Guess

Giovani, belli, seguitissimi sui profili Instagram, abbiamo chiesto a questi sei uomini qual è lo stile che ciascuno di loro adotta per piacere e per piacersi; ma anche quello che rende più “affascinante” una donna ai loro occhi. Ecco come hanno risposto.

FRANCESCO MONTE (31 anni, di Taranto, segno zodiacale Toro) francesco-monte-ok«Amo molto personalizzare il mio look, il più delle volte casual e dominato da denim, dettagli wild e accessori gipsy, come i bracciali. Più mi sento a mio agio nel look e più sento di piacere a me stesso e agli altri. Mi colpisce piacevolmente sia una donna in versione elegante, con abito da sera, sia in versione “aggressive”, con shorts, stivali al ginocchio e giubbino in pelle».

STEFANO SALA (29 anni, Lago di Como, segno zodiacale Ariete) stefano«Jeans da biker e chiodo di pelle alla John Travolta sono un vero e proprio must, per me! Ma anche un abito tre pezzi in perfetto stile british mi fa sentire particolarmente sexy. L’outfit che preferisco in una donna? Pantaloni aderenti e leather jacket, in perfetto stile glam rock».

ANDREA DAMANTE (29 anni, di Verona, segno zodiacale Pesci) andrea-damante«Mi piace molto creare e sperimentare outfit differenti. Non adotto mai uno stile unico, ma ne scelgo diversi a seconda del mood e del contesto. In un momento “galante”, il passe partout resta comunque lo stile classico: pantaloni eleganti e camicia. In una donna, trovo vincente un outfit da giorno composto da pantaloni aderenti + felpa over size + sneakers + coda alta. La sera, invece, il top è minidress nero aderente + décolletées pump».

SIMONE SUSINNA (26 anni, di Catania, segno zodiacale Scorpione) simone«Ho uno stile versatile, pronto a cambiare a seconda dell’umore. In generale, mi ritengo un ragazzo che punta all’essenziale; lo stile elegante – giacca-camicia-pantaloni – è in assoluto quello che prediligo. In una “lei” mi colpisce lo stile nella semplicità: ci vuole eleganza anche per indossare jeans e t-shirt bianca!».

MATTIA NARDUCCI (22 anni, di Piacenza, segno zodiacale Toro) mattia-narducci-ok«Il mio stile di riferimento? Classico, con possibili variazioni in base all’umore e al contesto, inclusi mix con pezzi streetwear. L’esempio perfetto: abito tradizionale + sneakers! In una donna, invece, apprezzo molto un look giornaliero composto da jeans skinny con canotta bianca e tacchi. La sera, invece, trovo sensualissimo un abito nero, aderente e lungo fino al ginocchio».

ALESSANDRO DELLISOLA (28 anni, di Loano, segno zodiacale Bilancia) alessandro-dellisola«Nella Collezione GUESS uomo per la PE 2020 ci sono due stili molto forti: il lato sfavillante e mondano, caratterizzato dallo smoking e dal classico 3 pezzi elegante e un look dall’aspetto più wild. Personalmente mi sento di appartenere a entrambi gli stili, poiché sono perfettamente a mio agio sia con il denim, sia con il papillon! Per conquistarmi, una donna non ha bisogno di look molto sofisticati: se ha classe ed è serenamente consapevole della sua bellezza, può permettersi anche la più semplice delle tute!».

L'articolo Chi sono i sei modelli italiani scelti da Guess (e quale stile prediligono nella seduzione!) sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Insieme a oro e paillettes, abiti glitterati e addobbi scintillanti, a Capodanno anche il cocktail vuole la sua parte. Per il brindisi serve un drink all’altezza e soprattutto inedito per iniziare bene l’anno. Secondo la tradizione, infatti, bisognerebbe indossare (o bere!) sempre qualcosa di nuovo. Keglevich ha creato il K-Fruit Mule Happy New Year Edition, facile e veloce da preparare e sa stupire con il suo mix inaspettato di sapori. L’ingrediente star? La melagrana.

INGREDIENTI: 1/4 Keglevich Fragola, 1/4 Keglevich Dry, Ginger Beer, succo di mezzo lime, 1/4 succo di melograno, un pizzico di pepe nero. Per la preparazione riempite la mug di ghiaccio fino all’orlo, versate la vodka Keglevich liscia e alla fragola, aggiungete il succo di lime e la ginger beer a riempimento, il succo di melograna e un pizzico di pepe nero. Per completare il tutto si può aggiungere come guarnizione dei chicchi di melograna o ribes rosso, finocchietto selvatico e una spolverata di zucchero a velo.

L'articolo Moscow Mule, arriva la versione per Capodanno sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Chiamata al dovere per la Royal Family. Se è vero, come sembra esserlo (almeno a detta dei commentatori ufficiali della Corona), che la Regina Elisabetta II sarebbe pronta a fare un passo indietro nel prossimo anno per procedere con una abdicazione soft che vedrà Charles salire, un gradino alla volta, sul trono del Regno Unito, è altresì vero che, con il venir meno della Regina agli impegni istituzionali, l'intera famiglia dovrà essere più che presente.

Meghan e KateMeghan e Kate
Meghan e Kate
RICHARD POHLE

E per intera famiglia si intende a partire dalle figure di riferimento della nuova monarchia: Kate e Meghan. Le due Duchesse, infatti, saranno di sicuro chiamate a occuparsi non solo degli impegni e degli incontri ufficiali, ma anche di dare il loro sostegno e presenza nelle innumerevoli associazioni di cui la regina è madrina. In effetti Sua Maestà ha già iniziato a dare a Kate alcuni degli incarichi finora ricoperti da lei: non solo il patrocinio della charity Family Action, ma anche quello (detenuto dalla Regina per 67 anni) della Royal Photographic Society.

Queen Elizabeth IIQueen Elizabeth II Visits Sheffield University
Queen Elizabeth II
Getty Images

Dato che i patrocini detenuti dalla Regina Elisabetta II e dal Principe Phillip superano abbondantemente le cento unità ciascuno è chiaro che l'intero gruppo famigliare sarà chiamato a sostenere tale peso di responsabilità. Una responsabilità che oggi deve fare i conti con l'uscita di scena del Principe Andrew, divenuto più un problema da gestire che una possibile soluzione ai problemi già esistenti, e che quindi dovrà necessariamente vedere scendere in prima linea William, Harry, Kate e Meghan. La Duchessa del Sussex, per ora, ha già ricevuto alcuni incarichi ufficiali ma, siamo sicuri, nel 2020 sarà sempre più centrale il suo ruolo all'interno del rapporto tra la monarchia inglese e il popolo del Regno Unito.

Insomma, sembra proprio che questo sia l'ultimo Natale che Meghan potrà passare nella quiete domestica di New York...



Continua a leggere

Il Natale si avvicina e, tra decorazioni, luci e pranzi natalizi, impazza anche la corsa ai regali. Se siete alla ricerca di sorprese per vere beauty addicted, allora non vi resta che scegliere tra le ultime novità, tra palette, coffret natalizi o edizioni limitate. Ecco allora 6 regali beauty per Natale 2019, le idee per far sentire speciale chi amate, regalando una coccola di bellezza.Continua a leggere

Continua a leggere

Outfit e tendenze dell'autunno inverno 2019 2020. Oggi parliamo delle scarpe rosse, modelli e look street style da copiare

Scarpe rosse, mon amour! Sogno di tantissime donne sin da bambine, grazie alla favola de Il mago di Oz. Perché, in un certo senso, anche nella realtà, sono magiche. Ancora più speciali se si opta per skin insolite come cristalli, glitter o applicazioni gioiello.

La contemporaneità propone modelli d'effetto: scarpette rosse di raso, stivali di di vernice o décolleté metallizzate, pronte per dare carattere all'outfit dell'inverno. L'obiettivo? È quello di stupire, non solo per il pranzo di Natale o la notte di Capodanno. E a dimostrarlo sono proprio i look street style che troverete qui sotto.

Queste shoes sono perfette nella versione look total colour, per una figura affascinante e carica di mistero: risuona già nella mente la canzone **Lady in Red **di Chris De Burgh, alla vista di Gal Gadot in Givenchy.

Gal GadotCCXP19 Sao Paulo
Gal Gadot
Miguel Schincariol

Ma non è l'unica soluzione di styling. Questo colore si accompagna al Classic Blue (colore Pantone 2020) o alle tonalità neutre come il beige, il grigio e il nero. Se volete, però, uscire dalla comfort zone, provate con le sfumature del rosa: una combo moda di colori che funziona sempre, per niente prevedibile.

Look street styleStreet Style: September 19 - Milan Fashion Week Spring/Summer 2020
Look street style
Christian VierigLook street styleStreet Style : Paris Fashion Week - Womenswear Spring Summer 2020 : Day Six
Look street style
Claudio LaveniaLook street styleStreet Style : Paris Fashion Week - Womenswear Spring Summer 2020 : Day Five
Look street style
Christian VierigLook street styleStreet Style : Paris Fashion Week - Womenswear Spring Summer 2020 : Day Three
Look street style
Hanna LassenLook street styleStreet Style : Paris Fashion Week - Womenswear Spring Summer 2020 : Day Seven
Look street style
Edward BerthelotLook street styleStreet Style : Paris Fashion Week - Womenswear Spring Summer 2020 : Day Seven
Look street style
Vanni BassettiLa modella Kris Grikaite durante la fashion week parigina (primavera estate 2020)Street Style : Paris Fashion Week - Womenswear Spring Summer 2020 : Day Nine
La modella Kris Grikaite durante la fashion week parigina (primavera estate 2020)
Melodie JengLook street styleStreet Style : Paris Fashion Week - Womenswear Spring Summer 2020 : Day Nine
Look street style
Hanna Lassen
Moda autunno inverno 2019 20: le scarpe rosse
Prada Autunno/Inverno 2019-20
Prada Autunno/Inverno 2019-20
REX FeaturesVictoria Beckham Autunno/Inverno 2019-20
Victoria Beckham Autunno/Inverno 2019-20
Getty ImagesPrada Autunno/Inverno 2019-20
Prada Autunno/Inverno 2019-20
REX FeaturesValentino Autunno/Inverno 2019-20
Valentino Autunno/Inverno 2019-20
Getty ImagesLuke Walker/BFCLanvin Autunno/Inverno 2019-20
Lanvin Autunno/Inverno 2019-20
Getty ImagesHellessy Autunno/Inverno 2019-20
Hellessy Autunno/Inverno 2019-20
Getty ImagesPrada Autunno/Inverno 2019-20
Prada Autunno/Inverno 2019-20
REX FeaturesGucci Autunno/Inverno 2019-20
Gucci Autunno/Inverno 2019-20
Getty ImagesBurberry Autunno/Inverno 2019-20
Burberry Autunno/Inverno 2019-20
REX FeaturesChristian Dior Autunno/Inverno 2019-20
Christian Dior Autunno/Inverno 2019-20
Getty Images


Continua a leggere

Nike porta gli sport acquatici a un nuovo livello di inclusività, andando oltre i limiti di genere e taglia. Con la Victory Swim Collection, Nike presenta una collezione comprensiva di hijab, leggings e tunica, per permettere a ogni donna di allenarsi in conformità con le sue tradizioni culturali. La linea offre infatti il comfort assoluto dei costumi del brand di sportswear, e tutto, dai tessuti alla silhouette, è pensato per garantire la massima comodità senza incidere sulle prestazioni.

Press Office

La sensazione di fluidità, il senso di potenza e dinamismo dati dal nuoto, vengono concentrati in questa creazione dal taglio morbido quanto basta per permettere una totale ampiezza di movimento.

Press Office

La tunica è in un tessuto leggero, traspirante e ad asciugatura rapida, dotata di un rivestimento con protezione solare SPF 40+ per proteggere efficacemente la pelle durante l'allenamento. Il leggings, invece, è più stretto, per nuotare rapidamente senza che tessuto in eccesso complichi o rallenti i movimenti. Infine, l'hijab è dotato di una tasca interna in mesh di tessuti tecnici per fermare i capelli ed evitare che siano di intralcio mentre si nuota.

Press Office

"Più ascoltavamo, più vedevamo possibilità di aiutare le atlete in nuove dimensioni", afferma Martha Moore, vicepresidente e direttore creativo Nike. “Siamo costantemente impegnati ad ampliare la nostra visione nel campo dell’innovazione e ci entusiasma l’idea che, pensando in modo creativo e progettando in modo inclusivo, possiamo far sì che sempre più donne si sentano a loro agio nel praticare sport. Per noi, la collezione Nike Victory Swim Collection dimostra come l’apertura al cambiamento consente a tutte le donne di scoprire la gioia dell’attività fisica."

La Nike Victory Swim Collection sarà disponibile online e in store selezionati a partire dall'1 febbraio 2020.

Press OfficePress OfficePress OfficePress Office

Leggi anche:

Intervista ad Halima Aden, la modella con l'hijab

Virgil Abloh e Nike: le nuove sneakers Zoom Terra Kiger 5



Continua a leggere

Da sempre tra i giocattoli più desiderati dai bambini, le costruzioni Lego sono un evergreen da regalare a Natale. Adatte sia ai bambini che alle bambine, grazie alle loro molteplici forme e colori, non sono solo divertenti ma anche educativi, perché aiutano a sviluppare l'immaginazione e la creatività dei più piccoli. Scopriamo insieme quali sono le 10 costruzioni Lego più regalate a Natale e che tutti i bambini vorrebbero trovare sotto l'Albero.Continua a leggere

Continua a leggere

73 domande che arrivano come un fuoco di fila e incalzano (bonariamente) l'intervistato che deve rispondere a raffica, senza riflettere troppo: è questo il format delle "73 domande a..." cui Vogue America ha già sottoposto moltissime celeb, tra cui Lady Gaga, Kim Kardashian, Margot Robbie, Zendaya.

Le 73 domande di Vogue a Olivia Colman

Premio Oscar per la sua interpretazione nel film di Yorgos Lanthimos (sentite come va pronunciato perfettamente!) La Favorita, la camaleontica attrice britannica è ora Elisabetta II nella terza stagione di The Crown. Ma Olivia Colman è regina anche di buone maniere e ironia che emerge prepotentemente nell'intervista a 73 domande per Vogue. Qual è la cosa più scandalosa che ha fatto? Olivia ci parla dei suoi ruoli da attrice, di come li prepara, delle sue ispirazioni, segreti e curiosità: qual è la cosa più ridicola che sa? Ex addetta alle pulizie, eclettica ed esuberante, tra consigli per una relazione duratura e ricordi degli esordi, indovinate chi inviterà a cena nella sua regale casa..

Le 73 domande di Vogue a Victoria Beckham

Ma Victoria Beckham è antipatica? Scommettiamo che ve lo siete chiesto più di una volta, probabilmente perché il suo viso difficilmente lascia intuire un’espressione diversa da quella “a favore dell’obbiettivo”. Donna dall’aplomb “powerful”, guarda nello stesso modo la nostra telecamera, ma la scopriamo mamma premurosa - la prima cosa che fa alla mattina è andare a controllare i propri figli - e moglie ancora innamoratissima di suo marito David: «L’appuntamento perfetto? Una sera a casa con mio marito», dice. 45 anni e sempre in perfetta forma, l’ex Posh ci racconta che si alza alle 6 del mattino per allenarsi, anche se come super potere desidererebbe potersi allenare e dormire allo stesso momento. Tra i beauty tricks sempre presenti nella sua borsa una crema mani di Byredo, e la matita labbra n°23 di Make Up For Ever. «Ma che cosa la gente sarebbe davvero sorpresa di sapere di te?», le chiede la voce di Vogue, «che sono simpaticissima», risponde lei.

Le 73 domande di Vogue a Gisele Bündchen

Migliaia (sì, migliaia) di copertine in tutto il mondo, un impegno ambientalista che dura ormai da oltre dieci anni e un carattere solare: impossibile non restare incantati dalla bellezza e dallo charme gentile della super modella brasiliana. Nella video-intervista di Vogue ci apre le porte della sua splendida casa con parco in Massachusetts e ci spiega che cosa non dobbiamo assolutamente perderci se decidiamo di fare un viaggio in Brasile: il Pão de Açucar (una delle famose colline di Rio de Janeiro), la caipirinha e l'acqua di cocco (quella vera, da bere direttamente dal frutto). Accogliente e aperta, Gisele ci presenta anche sua figlia Vivi e, sorpresa, suo marito Tom Brady. Guardate il video per vedere la loro bella famiglia.

Le 73 domande di Vogue a Priyanka Chopra

Moglie di Nick Jonas dei Jonas Brother - i festeggiamenti per il loro matrimonio a dicembre 2018 sono durati 5 giorni e hanno compreso due riti, quello induista e quello cristiano - l'attrice indiana, diventata famosa per i suoi ruoli in Quantico e in Baywatch, è stata intercettata da Vogue mentre era di passaggio per una settimana a New York. Le ormai classiche 73 domande poste a raffica ci hanno fatto scoprire che non può rinunciare a fare binge watching di The Crown, che si farebbe rasare completamente i capelli per interpretare il ruolo di Fantine ne Les Miserables, che Madre Teresa di Calcutta è sempre nel suo cuore mentre la sua icona moderna di riferimento è Michelle Obama. Ma non solo, eccola cantare le canzoni di Taylor Swift e fare una dimostrazione di difesa personale con un (povero) clown gonfiabile…

Le 73 domande di Vogue a Hailey Bieber

Prima di venire scattata con il futuro marito per la copertina di Vogue America, la modella Hailey Bieber risponde alle famose 73 domande e ci parla della proposta romantica di Justin Bieber (con tanto di prova al dito che non passa per nulla inosservata), della pianificazione del suo matrimonio, del suo desiderio di imparare la ricetta della salsa segreta Shake Shack (una nota catena di hamburger americana di cui la modella non può fare a meno) e ci mostra come aprire una birra con i denti. Quasi.

Le 73 domande di Vogue a Karlie Kloss

Anche la supermodella e blogger statunitense Karlie Kloss partecipa all'iconico format video di Vogue e risponde a 73 domande intriganti sulla sua vita professionale - dagli esordi come modella (sapete già come è stata scoperta?) alla prima sfilata per Calvin Klein - e privata - dall'anello di fidanzamento alla romantica proposta a New York. Ma non è tutto: Karlie racconta anche della sua amicizia con Taylor Swift, di moda e designer e, naturalmente, di Kode With Klossy, il camp dedicato alle ragazze con la passione per il tech.

Le 73 domande di Vogue a Phoebe Waller-Bridge

Il suo Fleabag, disponibile sulla piattaforma Amazon Prime, è una delle serie più originali e divertenti della più recente stagione di rilasci. Qui Phoebe, nel modo diretto a cui ci ha abituati, spiega sorridendo da dove è arrivata l’ispirazione per Fleabag: “in gran parte per dar voce alla incontrollabile e violenta rabbia femminile”. Poi elenca le tre parole che descrivono il suo processo creativo: “panico, panico, speranza”. Anche se ha dichiarato sempre che la protagonista di Fleabag non è un personaggio autobiografico, almeno un punto in comune con lei l’attrice ammette di averlo: è una romantica senza speranza. E anche solo per questo noi la troviamo molto simpatica.

Le 73 domande di Vogue a Emily Blunt

È in una trasposizione de Il diavolo veste Prada che Emily Blunt risponde alle 73 domande di Vogue. L’attrice britannica, nei panni di Anna Wintour si aggira negli uffici della redazione di Vogue America a New York con fare deciso, finché non gli viene posta la più terrificante delle domande: quale scegliere tra due cinture blu praticamente identiche? Neanche Nigel (Stanley Tucci) riesce a suggerirle la risposta giusta. Dalla esperienza più pazza che abbia mai fatto - le immersioni con gli squali - al suo cibo preferito - la turkey lasagna (?!) - Emily ci svela qualcosa dei suoi gusti e della sua vita personale, sì, anche a riguardo di marito John Krasinski (lo sapete che i due si sono sposati in Italia nel 2010, a Cernobbio sul lago di Como?). Nonostante abbia deciso di non aprire profili social (il perché lo scoprirete ascoltando), Emily è appassionata di Pinterest, e non può rinunciare al lip balm…

Le 73 domande di Vogue a Blake Lively

In questi giorni in cui il reboot di Gossip Girl sta monopolizzando il web, Vogue ha sottoposto Blake Lively, una delle protagoniste della serie tv, a una mitragliata di domande. L'attrice, sempre pacata e sorridente, ha fatto buon viso anche a una prova culinaria: le è stato chiesto infatti di decorare un cupcake appena sfornato e lei ha dimostrato di avere una certa abilità. Ha ammesso anche di essere particolarmente golosa di dolci. Il suo dessert preferito è il soufflé al cioccolato, gusto che forse ha qualcosa a che vedere con la sua passione per la Francia. Di solito però la mattina predilige il salato, comincia infatti la giornata con un piatto di Eggs Benedict. E dopo tanta cucina, vogliamo spendere due parole sulla moda? Un punto fermo è che le piace vestire full color. Il resto potete scoprirlo guardando la nostra video-intervista...

Le 73 domande di Vogue a Saoirse Ronan

Mentre si sta preparando per un volo diretto in Irlanda, l'attrice nominata all'Oscar Saoirse Ronan risponde alle 73 domande di Vogue. Saoirse parla del suo nome notoriamente difficile da pronunciare e ci spiega che irlandese significa "libertà". Parlando di moda, tra i suoi ultimi acquisti ci sono un paio di sneaker di Gucci e una borsa di Saint Laurent, mentre il suo look preferito sul red carpet è l'abito rosa di Calvin Klein che ha indossato in occasione degli Oscars 2018. La protagonista di Maria regina di Scozia (con Margot Robbie) indossa sempre un anello che ha ereditato da sua nonna e quando viaggia non si separa mai dal suo peluche d'infanzia Pip.

Le 73 domande di Vogue a Reese Witherspoon

La protagonista di Big Little Lies (insieme a Meryl Streep, Shailene Woodley, Nicole Kidman, Laura Dern e Zoe Kravitz) ci apre le porte della sua casa di Los Angeles e si sottopone alle ormai classiche 73 domande di Vogue. Scopriamo dell'attrice che ha una vera vocazione materna - i suoi figli ricorrono infatti molto spesso nelle sue risposte come il più grande regalo che ha avuto dalla vita (e anche un alibi perfetto per concedersi qualche trasgressione alimentare) - che adora il pollo fritto e le manca moltissimo Nashville, la sua città natale. Tra i suoi antenati, c'è perfino uno dei politici che nel lontano 1776 firmarono la dichiarazione di indipendenza americana. Infine, il colpo di scena: Reese ci mostra la piscina e il tappeto elastico di casa sua, dove si esibisce in un incredibile salto mortale. Vedere per credere.

Le 73 domande di Vogue ad Anna Wintour

L'icona fashion, la "temibile" direttrice di Vogue America. Ecco chi normalmente pensiamo si nasconda dietro quegli ampi e neri occhiali da sole (portati anche quando una stanza è priva di finestre). Per noi però, Anna Wintour, quegli occhiali se li è tolti, sia in senso letterale che in senso metaforico, svelandoci quali sono i suoi gusti personali, cosa le piace e cosa no. "Journey" (viaggio) è la parola che non vorrebbe più sentir nominare parlando di moda (Karlie Kloss hai capito?) e ciò che non indosserebbe mai è il nero dalla testa ai piedi. Brooklyn? «La nuova Silicon Valley». Il suo sport preferito? Il tennis...

Le 73 domande di Vogue Sarah Jessica Parker

Avreste mai immaginato di poter entrare nel salotto di Sarah Jessica Parker a New York? Rispondendo a 73 domande poste a raffica, l'attrice ci racconta che ama moltissimo la Grecia, che un tatuaggio se lo farebbe sotto la pianta del piede, che tra i super poteri sceglierebbe di poter viaggiare indietro nel tempo, che… Se di Carrie Bradshow sappiamo più o meno tutto, attraverso questa "volata" video conosceremo meglio la persona. Il suo film preferito? Come Eravamo (The way we were) di Sydney Pollack. La pagina Instagram che tutti dovrebbero seguire? @wordoftheday. Il libro che rileggerebbe?...

Le 73 domande di Vogue a Roger Federer

Botta e risposta con Roger Federer. Il grande tennista svizzero, 37 anni, attualmente numero tre del ranking ATP, è impegnato in questi giorni a Wimbledon, dove è arrivato alle semifinali, dopo aver sconfitto il promettente italiano Matteo Berrettini e il giapponese Kei Nishikori. L'intervista comincia con Roger che ci mostra come battere il servizio perfetto: ci assicura che è facile, dice: tiri in alto la pallina e la colpisci saltando. Ok, passiamo oltre... Dopo averci mostrato il suo colpo-killer, Federer dichiara di essere totalmente cioccolato-dipendente (del resto è svizzero) anche se subito dopo mangia una fragola con la panna (per i profani: un must di Wimbledon, le "strawberry and cream" vengono servite in ogni bar tra un campo e l'altro). Mentre ci guida all'interno del circolo di tennis più famoso del mondo, Roger incontra un gruppetto di raccattapalle ai quali dà un consiglio affettuoso: "dream big", sognate in grande.

Roger Federer durante la nostra intervista
Roger Federer durante la nostra intervista

Con lui parliamo anche di moda e alla domanda inevitabile - chi è il tuo stilista preferito? - ecco arrivare una risposta senza indugi: Tom Ford. E poi, un outfit che ancora ricordi? "Uno smoking di Gucci con un cobra di cristalli sulla schiena che ho indossato al Met Gala nel 2017". Un comandamento fashion? "Indossa i vestiti, non lasciare che i vestiti ti indossino".

Roger Federer in Gucci al Met Gala del 2017Roger Federer
Roger Federer in Gucci al Met Gala del 2017
in Gucci

Tornando alla carriera, anche un atleta così navigato come Federer ha dei punti deboli. I suoi, ci confessa, sono la nostalgia di casa, il jet lag e, all'inizio, l'avversione per le interviste. Ma tranquilli, adesso l'ha superata e ci ha rassicurati: si è divertito a sottoporsi alle 73 domande di Vogue. Alla fine qualcuno ha voluto mandargli un messaggio speciale, scoprite chi guardando la nostra video-intervista. E restate connessi, quella con Federer è solo la prima di una lunga serie.

Aggiornato il 31 luglio 2019, alle 16.40



Continua a leggere

Correva l’anno 1987, Andrea Bressi e Claudio Cannilla durante una vacanza a Courmayeur inventano la prima Amaka Ski di Brekka. La sedia improvvisata per prendere il sole sulle piste: una sdraio da neve tascabile e colorata, veloce da montare e resistente al freddo, che si fissa su sci o racchette. Il primo prototipo realizzato in nylon era di colore giallo fluorescente, in pieno stile anni Ottanta. E oggi, che lo stile sulla neve è sempre più ricco di contaminazioni vintage, la Amaka Ski torna in una nuova veste realizzata in collaborazione con Moncler Genius. Prodotta in edizione limitata, è in vendita nei temporary concept store House of Genius a Milano, Parigi e Tokyo fino a fine gennaio 2020.

L'articolo Amaka Ski, torna la sedia anni ’80 per prendere il sole sulle piste sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Non è proprio una novità, visto che sono ormai varie stagioni che lo vediamo in circolazione tra i tagli di capelli medi, in passerella e sulle strade, ma quest'anno possiamo affermare che la tendenza del caschetto corto si è affermata come la più gettonata della settimana della moda primavera-estate 2020. Tra i volti nuovi, che no esitano a tagliarsi i capelli per incarnare lo spirito del momento, sia tra le top più popolari come Kaia Gerber che ha sfilato con il nuovo bob corto e come Bella Hadid, l'ultima a essersi convertita a questo hairstyle.

Nella sfilata di Prada, l'hairstylist Guido Palau ha creato dei bob trompe-l'oeil legando le lunghezze in una coda di cavallo "loose". Vista di fronte, l'illusione del faux bob è perfetta. Prima della passerella di Givenchy, invece, Palau si è divertito ad accorciare i carré di top come Kaia Gerber o Cara Taylor.

Si tratta di un taglio che si fa notare e dona carattere al portamento di chi lo adotta. Unica regola di stagione: taglio tutto pari, pochi centimetri sopra le spalle.

Guardate tutti i caschetti più belli delle modelle avvistati durante le sfilate della stagione primavera estate 2020

(Foto di backstage di Jamie Stoker per Vogue)

Copyright Jamie Stoker 2019. All Rights Reserved.Kaia Gerber pronta per la sfilata Chanel PE 2020chanel pfw
Kaia Gerber pronta per la sfilata Chanel PE 2020
Jamie StokerIl bob di stagione secondo Hermès (PE 2020)carre court hermes pfw
Il bob di stagione secondo Hermès (PE 2020)
Jamie StokerHermès PE 2020hermes pfw carre court
Hermès PE 2020
Jamie StokerGivenchy PE 2020givenchy carre court pfw
Givenchy PE 2020
Jamie StockerAlberta Ferretti PE 2020carre court bella hadid
Alberta Ferretti PE 2020
Jamie Stoker 2019Dior PE 2020carre court pfw
Dior PE 2020
Jamie StokerEtro PE 2020carre court
Etro PE 2020
Jamie StokerRianne van Rompaey per Prada PE2020carré court prada rianne van rompaey
Rianne van Rompaey per Prada PE2020
Jamie StockerPrada PE 2020carré court prada rianne van rompaey
Prada PE 2020
Jamie Stoker 2019Eckhaus Latta PE 2020defile eckhaus latta
Eckhaus Latta PE 2020
Jamie Stoker

Questo articolo è stato originariamente pubblicato su Vogue.fr

Leggete anche

Tagli di capelli corti 2020

7 tagli di capelli visti in Sex & The City

I tagli medi e l'intramontabile caschetto



Continua a leggere

Cardi B è tornata in tribunale, nei mesi scorsi è stata coinvolta in una rissa all'interno di uno strip club di New York, ma questa volta a far discutere non è stata la sua condotta, quanto piuttosto il look sfoggiato. Ha puntato su una formale camicia portata con la cravatta ma ha completato il tutto con un maxi cappotto ricoperto di piume.Continua a leggere

Continua a leggere


X

privacy